FABRIZIO BELLOMO

PARCO ARCHEOLOGICO INDUSTRIALE EX-BREDA, SESTO SAN GIOVANNI
5 MAGGIO – 15 OTTOBRE 2012

—————————————-
Nel vasto complesso del Parco Archeologico Industriale convivono oggi edifici che hanno funzioni diverse e che in maniera altrettanto diversa hanno vissuto il processo di riqualificazione.

In un contesto così articolato, Fabrizio Bellomo ha realizzato un intervento estremamente sintetico e capace di attivare relazioni immediate, visive, con lo spazio e con il tempo. L’artista riproduce in grande formato una placca metallica, sorta di immagine/testo, che ha trovato in una fabbrica di Bari, chiusa negli anni Novanta e  ancora in stato di abbandono.
Da un lato il progetto evidenzia e “consolida” nel manufatto Carroponte la memoria industriale dell’area, amplificandone la funzione di monumento. Dall’altro vi introduce una dimensione straniante, che ci mette di fronte alla criticità della trasformazione in atto: dalla produzione industriale a quella culturale, dalla società degli oggetti a quella dell’informazione.

Nell’ambito del lavoro sull’area industriale ex-Breda, l’artista ha realizzato anche un intervento sul numero di Nuovasesto del 4 maggio e ha promosso, sempre all’interno del Carroponte  un momento di discussione e confronto tra chi occupava le fabbriche negli anni settanta e chi sta occupando oggi i luoghi della cultura. (Giovedì 2 agosto 2012, scarica il flyer).